Seguici sui social

Borgo dei Cappuccini

Il Borgo dei Cappuccini deve il suo nome al Convento dei Frati Cappuccini che qui si insediò alla fine del XVI secolo per concessione di Ferdinando I de’ Medici. Sorge a sud delle Mura, in un’area a ridosso del mare e verso la campagna, in una zona ricchissima di campi e di vegetazione, da cui prende inizio la strada Maestra che conduce a Montenero. La sua vocazione inizialmente agricola, poi di borgo marinaro, poiché sorto vicino alla Darsena, si è mantenuta nel corso dei secoli, grazie soprattutto alla presenza del Cantiere Navale e del Porto. L’area, ricca di magazzini, abitazioni, piazze e ampi capannoni è stata da sempre abitata da una popolazione semplice e di umile estrazione. Solo in seguito, grazie alle famose Leggi “Livornine” (1591-1593) e ai suoi privilegi, arrivarono anche commercianti, soprattutto inglesi, la cui presenza è testimoniata da segni ancora oggi visibili come il Cimitero Inglese di Via Verdi. Oggi Borgo dei Cappuccini è ancora un quartiere popolare fortemente identitario e rappresentativo, colorato e rumoroso, fatto di pescatori, marinai, artigiani e artisti locali, un luogo dove si mantiene forte la tradizione legata alle gare remiere, alla pesca e al mare.
Condividi:

Articoli correlati