Seguici sui social

La Grotta del Grongo, a Calafuria

Questa grotta prende il nome da un grosso grongo che fa da “guardiano” nei pressi dell’uscita. Al suo interno la volta è tappezzata da corallo rosso (molto delicato), mentre sul fondo fangoso sono presenti numerosi ceriantus (membranacetus). La grotta ha l’ingresso a – 24 mt e l’uscita a -18 mt con una lunghezza di circa 20 metri. La parte sovrastante la grotta, anche questa interessante, può riservare suggestivi incontri con pesci come dentici, ricciole e barracuda. Si consiglia di fare riferimento ai diving center della zona, sia per la notevole distanza da terra del sito, che per essere sicuri di trovare l’imboccatura della grotta.

NOTE:
La scelta di puntare dritti verso riva anziché per la rotta reciproca è consigliata in quanto, oltre a permettere di vedere la parete sotto la torre, impedisce che per errore di calcolo si salti l’imboccatura del golfetto incontrando il lato sud.
In questo caso, se non ci si accorge dell’errore, dovremo fare una lunga e scomoda pinneggiata in superficie per rientrare.

Condividi:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Articoli correlati